Tragico sbarco nella notte, in 34 arrivano a Leuca: recuperato un cadavere, si cercano dispersi

lunedì 11 gennaio 2016

Un gruppo di nazionalità somala è sbarcato sulle coste salentine, tra loro 21 donne e un bambino. Recuperato un cadavere in mare, sono in corso le ricerche di altri dispersi.

Sbarchi nella notte nel Capo di Leuca per il primo dei viaggi della speranza del 2016 con approdo nel Salento. Ma la traversata ha già assunto i contorni di una tragedia del mare, visto il recupero di un cadavere di una donna, appena 30enne, in mare e le ricerche di altri dispersi.

Sono arrivati in 34 sulle coste salentine a bordo di un natante di fortuna, ma sarebbero partiti in 42. Il gruppo di migranti, di nazionalità somala e che vede la presenza di ben 21 donne e un bambino, sarebbe arrivato attorno alle 3 sul litorale di Leuca, sbarcando sia qui che a Marina di Novaglie. Parte del gruppo, poi, è stata rintracciata a Felloniche (Patù). Ad avvistarli sarebbe stato per primo un cittadino del posto, che avrebbe allertato le forze dell’ordine.

Sono scattate le operazioni di ricerca in mare coordinate dalla sala operativa della Capitaneria di porto di Gallipoli che ha immediatamente attivato le procedure previste dal “Piano Nazionale di Ricerca e Soccorso”.

Le operazioni, che hanno visto impegnate quattro motovedette della Guardia Costiera, un pattugliatore navale ed un elicottero della Guardia di Finanza, un elicottero dei Vigili del Fuoco, due nuclei sommozzatori, rispettivamente  del Vigili del Fuoco e della Guardia di Finanza, hanno permesso il salvataggio in mare di due migranti che, per cause ancora da accertare durante le operazioni di sbarco, non erano riusciti a guadagnare la riva.

Si è attivata la macchina dei soccorsi anche a terra: presenti le ambulanze del 118, pattuglie dei carabinieri, della polizia, e personale della Croce Rossa, per l’assistenza ai migranti. Sette persone, la maggior parte con problemi di ipotermia, sono state trasferite negli ospedali di Casarano e Tricase. Tra loro anche una donna con una frattura al braccio. 

All’appello mancherebbero, stando alle dichiarazioni dei migranti, altre persone, motivo per il quale la guardia costiera sta proseguendo le ricerche, sperando di scongiurare nuove vittime: i militari cercano tre persone in mare e 4 che si sarebbero allontanate via terra. 

Dalle ricostruzioni sommarie sembrerebbe che tre donne siano state gettate in mare (tra cui quella trovata cadavere) dagli scafisti poi scappati: delle due sopravvissute, una sarebbe dispersa e l'altra è stata recuperata sugli scogli in stato confusionale. Il gruppo è stato condotto al centro di accoglienza “don Tonino Bello” di Otranto.

 

Foto: Croce Rossa Italiana

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
24/08/2016
L’incidente a Strudà, dove alcuni operai ...
Cronaca
24/08/2016
L’incidente questa mattina a Botrugno, con lo scontro ...
Cronaca
24/08/2016
Momenti di paura quelli vissuti da una 70enne di Lecce ...
Cronaca
24/08/2016
L’incidente a Carmiano, con protagonista un 17enne ...
Sabato 20 e domenica 21 all'Anfiteatro Romano di Lecce. Spettacoli nell'ambito di “Lecc’è 2016 ...