Caturano, parola di bomber: “Voglio sudare e segnare per maglia e tifosi”

mercoledì 6 gennaio 2016
Il nuovo acquisto dei giallorossi si è presentato alla città e ai tifosi.

A due giorni dal suo approdo ufficiale nelle fila del Lecce, Salvatore Caturano si è presentato alla stampa ed ai suoi nuovi tifosi nel corso di una conferenza in cui ha detto la sua sul trasferimento, palesando una grande voglia di far bene con la nuova maglia.

Il neoattaccante giallorosso ha esordito parlando dei risvolti del trasferimento e del ricordo dell’ultima occasione in cui ha fronteggiato il Lecce: “La trattativa è stata avviata dopo l’ultima partita giocata nelle Marche, ed i salentini sono stati i primi a chiamarmi. Io ho risposto subito di si, poiché venire a giocare a Lecce è un grande traguardo per chiunque. Saluto comunque con affetto Ascoli, piazza ambiziosa che mi aveva accolto benissimo. Ricordi dell’ultimo Melfi-Lecce? Ricordo di aver dato il massimo come sempre, anche se quando si gioca contro il Lecce e si fa parte di una squadra piccola, capita di dare anche più del 100%. Ricordo anche che nei giocatori del Lecce c’era l’espressione di chi si vede il mondo cascato addosso. In ogni caso il mio arrivo qui può essere un punto determinante per la mia carriera. Sono approdato in giallorosso con la voglia di far bene e vincere, e di certo non potevo optare per una piazza migliore”.

Sulla possibile collocazione tattica e sul rapporto con il Bari, l’ex Melfi ha aggiunto: “Sono a completa disposizione di mister Braglia. Con lui ho avuto subito un confronto in cui mi ha detto che il mio compito sarà quello di correre sempre per non perdermi, mentre il resto non posso dirlo. Dove giocherei nel tridente? Ovviamente dovrà essere il tecnico a decidere, ed io farò ciò che lui mi chiederà. Ad esempio Ascoli contro il Perugia è capitato anche di fare l’esterno sinistro di centrocampo, sebbene io mi consideri una seconda punta. Arrivo dal Bari? Sono un professionista e queste cose mi interessano fino ad un certo punto. Ora sono al Lecce e darò tutto me stesso per il Lecce, poi se andrò al Bari dovrò fare lo stesso per il Bari. Posso comunque dire ce amici baresi mi hanno dato l’in bocca al lupo per questa nuova esperienza”.

Poi la promessa ai tifosi e le considerazioni sul prossimo avversario: “Suderò per questa maglia in ogni occasione, e posso già garantire tutto il mio impegno e la mia umiltà, cercando di fare più gol possibili. Pronto per domenica? Certo, considerato che il campionato di B è finito il 27-28 ed abbiamo avuto appena una settimana di sosta. La Lupa Castelli? Quando una squadra piccola gioca contro il Lecce dà sempre il 200%, e per questo bisogna avere l’atteggiamento giusto se vogliamo conquistare la vittoria, considerato che non sarà una partita facile”.

Per concludere, Caturano ha detto la sua su eventuali festeggiamenti, primo approccio con il gruppo ed obbiettivi di squadra: “Non so se salterei sotto la curva, perché sono molto educato e non saprei proprio cosa fare, considerato che non voglio mancare di rispetto a nessuno. Il gruppo? Sono stato accolto benissimo e cercherò di apprendere anche negli atteggiamenti oltre che nella tecnica. Dei ragazzi conosco Carrozza, con cui ho giocato insieme nel Taranto. L’obiettivo di fine campionato? Lotteremo partita dopo partita, e dunque adesso pensiamo a conquistare la prima vittoria dell’anno solare a Rieti”.

Fonte:SalentoSport.net

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
26/07/2016
Singolare richiesta da un futuro papà che prenota un abbonamento per il ...
Calcio
25/07/2016
“La nostra terra è la nostra maglia”. ...
Calcio
25/07/2016
A deciderlo, la Lega Calcio Serie A, che manderà la partita dei giallorossi in ...
Calcio
24/07/2016
L'ex del Cosenza, ora tra le file del Lecce, racconta il suo approdo tra i giallorossi: ...
Tappa a Gallipoli per l'ensemble giudata da Claudio Prima. Lunedì 25 luglio, ore 21, ingresso ...