Anticorruzione, al via la rotazione degli incarichi nella Asl

mercoledì 6 gennaio 2016

La direttrice dell’azienda sanitaria leccese Silvana Melli ha firmato il provvedimento, il primo dell’anno.

Valzer degli incarichi all’interno della Asl leccese. A riferirlo il sito salutesalento.it che dà notizia della rotazione applicata dalla direttrice dell’azienda sanitaria leccese Silvana Melli. Avviato quindi il “Piano triennale di prevenzione della corruzione” che la Asl aveva adottato fin dal 31 gennaio 2014. A ruotare i direttori amministrativi degli ospedali salentini, come previsto dalla legge anticorruzione.

Il piano di riordino, di prossima adozione, prevede nella Asl, quattro poli ospedalieri a gestione diretta, con accorpamenti funzionali: il “Vito Fazzi” – San Cesario; gli ospedali di Galatina-Copertino; Casarano-Gallipoli  e Scorrano.

La stessa delibera ha individuato le aree a maggiore rischio di corruzione: quelle ad affidamento di lavori, servizi e forniture e quelle relative alle attività di vigilanza, controllo e ispezione.

La direttrice Melli, tenuto conto delle esperienze maturate da ogni direttore, ha cominciato dall’Area Gestione del Patrimonio, un importante ufficio diretto da molti anni dalla dottoressa Annarita Dell’Anna, che andrà a ricoprire il posto di direttore amministrativo dell’ospedale “Vito Fazzi”- San Cesario, ricoperto dal dottore Gustavo Pompucci che è andato in pensione.

Al polo ospedaliero Galatina-Copertino è stato assegnato l’avvocato Elio Spro, che lascia l’analoga posizione ricoperta nell’ospedale di Scorrano.

Il dottore Mauro Pascariello, attuale direttore amministrativo dell’ospedale di Galatina-Copertino andrà a dirigere l’Area Gestione Patrimonio, dove si occuperà delle gare e dei bandi dell’intera Asl.

Infine la dottoressa Annamaria Paolini, oggi direttore amministrativo dell’ospedale Casarano-Gallipoli, viene assegnata all’amministrazione dell’ospedale “Veris Delli Ponti” di Scorrano (manterrà la direzione dell’ospedale Casarano-Gallipoli fino a nuove disposizioni). È previsto che tra gli stessi dirigenti ci sarà un periodo di affiancamento e scambio di esperienze.

I nuovi incarichi decorreranno formalmente dal 1 febbraio, fino a tale data i dirigenti si adopereranno ad interfacciarsi per un graduale passaggio di consegne.

“Si tratta di un primo provvedimento -ha dichiarato il commissario straordinario Silvana Melli- cui faranno seguito ulteriori misure per dare maggiore impulso alle azioni di prevenzione della corruzione, nello spirito della legge. Il contrasto alla corruzione ed all'illegalità, ma più ancora la prevenzione dei fenomeni corruttivi, sono obiettivi prioritari per questa direzione generale”.

Stando al “calendario” della delibera, in seguito sarà disposta la rotazione degli incarichi anche nel Dipartimento di Prevenzione, nei Distretti Socio-sanitari (alcuni già rivisitati), nel servizio Socio-sanitario, nel Servizio Convenzioni (case di cura, laboratori analisi, centri diagnostici, ecc..), nel Dipartimento di Salute mentale, nel Dipartimento di riabilitazione (protesi, ausili, ossigeno-terapia…) e nel Dipartimento delle dipendenze patologiche (Sert ecc.).

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
23/07/2016
Le prove si svolgeranno a Bari, da lunedì 25 a giovedì 28 luglio nella ...
Sanità
21/07/2016
L’associazione “Lecce Rinasce” ...
Sanità
20/07/2016
La leccese ammalata di sensibilità chimica multipla ...
Sanità
20/07/2016
Nuova boccata d'ossigeno nei reparti in affanno degli ...
Tappa a Gallipoli per l'ensemble giudata da Claudio Prima. Lunedì 25 luglio, ore 21, ingresso ...