“Befana del Vigile”: agenti di polizia municipale offrono pasto caldo ai più bisognosi

martedì 5 gennaio 2016

Nel giorno dell’Epifania, i vigili urbani di Nardò offrono un pasto caldo agli ospiti della “Mensa della Comunità”.

Gli agenti della Polizia Municipale di Nardò scendono in campo per aiutare i più bisognosi. Il 6 gennaio, in occasione dell'Epifania, gli operatori dell'associazione “Farsi Solidali” serviranno un pasto caldo agli ospiti della “Mensa della Comunità”, offerto dai Vigili Urbani di Nardò.

L'iniziativa si svolgerà a partire dalle 12 in via Michele Personè, presso la sede dell'associazione “Farsi Solidali” presieduta da don Giuliano Santantonio e legata alla Caritas Parrocchiale della Cattedrale. Saranno presenti il sindaco Marcello Risi, il comandante della Polizia Municipale Cosimo Tarantino, l'assessore Giuseppe Tarantino e il cappellano don Quintino Venneri.

L'idea nasce dalla tradizionale “Befana del Vigile” che fino a trent'anni fa si festeggiava nella nostra città. Se prima erano i cittadini a “ringraziare” gli agenti della Municipale, offrendo doni in segno di riconoscimento per il lavoro svolto al servizio del paese, oggi sono i “vigili urbani” a voler dare   un sostegno concreto a tutti quei cittadini che si trovano in difficoltà.

Un gesto di solidarietà che assume un valore ancora più forte nell'anno del Giubileo indetto da Papa Francesco, e in coincidenza con la ricorrenza dei 150 anni dell'istituzione del corpo dei Vigili Urbani a Nardò, che sarà celebrata il 20 gennaio prossimo in occasione della festa di San Sebastiano.

 

Altri articoli di "Solidarietà"
Solidarietà
10/07/2017
Oggi, lunedì 10 luglio, nel quartiere Leuca-Ferrovia ...
Solidarietà
09/07/2017
Beneficenza e raccolta fondi nell’appuntamento di stasera in piazza Vittorio ...
Solidarietà
06/07/2017
L’appello del Pronto soccorso dei poveri per ...
Solidarietà
03/07/2017
Dopo quanto avvenuto appena nel maggio scorso, sempre ...
Tutto è più semplice seguendo questi piccoli trucchi per organizzare una festa a tema perfetta. Non vi ...