Ecotassa resta al minimo: Tar dà ragione ai Comuni nel braccio di ferro con la Regione

giovedì 31 dicembre 2015

È la decisione presa dal Tribunale amministrativo leccese, che ha accolto la richiesta di 62 comuni ricorrenti al provvedimento regionale, che cercava di riportate in vita l’ecotassa in misura maggiorata.

L’ecotassa resta al minimo per il 2015: è questo l’ultimo provvedimento del presidente del Tar Lecce, Antonio Cavallari, che da oggi cessa dalla sue funzioni per raggiunti limiti di età. Nonostante tre precedenti pronunciamenti favorevoli ai Comuni, la Regione, con atto del 17 dicembre scorso, ha cercato di riportare in vita l’ecotassa in misura maggiorata, contestando a premialità riconosciuta in più occasioni dal Tar Lecce in favore dei Comuni salentini.

Il provvedimento regionale è stato però nuovamente impugnato dai 62 Comuni ricorrenti che, attraverso l’avvocato Luigi Quinto, hanno chiesto al presidente del Tar un provvedimento cautelare urgente che scongiurasse l’obbligo di corrispondere le maggiori somme richieste dalla Regione entro il 31 dicembre.

Con provvedimento emesso questa mattina, il Presidente del Tar, in linea con i propri precedenti pronunciamenti sulla questione, ha sospeso anche il nuovo provvedimento regionale, riconoscendo il diritto per i 62 Comuni ricorrenti di corrispondere l’ecotassa nella misura minima di € 5,16.  Almeno per il 2015 la questione può ritenersi conclusa.

Altri articoli di "Politica"
Politica
29/09/2016
Il consigliere regionale chiede di fare presto, senza ...
Politica
29/09/2016
In Commissione agricoltura alla Camera dei Deputati, giunge l’approvazione ...
Politica
29/09/2016
In Puglia le importazioni complessive di oli di oliva ...
Politica
28/09/2016
Cinque stelle contro tutti. In Consiglio regionale è ...
Dal 30 settembre al 2 ottobre ad Acquaviva lo spettacolo scritto e diretto dal premio Ubu Mario Perrotta: In scena ...