Ecotassa resta al minimo: Tar dà ragione ai Comuni nel braccio di ferro con la Regione

giovedì 31 dicembre 2015

È la decisione presa dal Tribunale amministrativo leccese, che ha accolto la richiesta di 62 comuni ricorrenti al provvedimento regionale, che cercava di riportate in vita l’ecotassa in misura maggiorata.

L’ecotassa resta al minimo per il 2015: è questo l’ultimo provvedimento del presidente del Tar Lecce, Antonio Cavallari, che da oggi cessa dalla sue funzioni per raggiunti limiti di età. Nonostante tre precedenti pronunciamenti favorevoli ai Comuni, la Regione, con atto del 17 dicembre scorso, ha cercato di riportare in vita l’ecotassa in misura maggiorata, contestando a premialità riconosciuta in più occasioni dal Tar Lecce in favore dei Comuni salentini.

Il provvedimento regionale è stato però nuovamente impugnato dai 62 Comuni ricorrenti che, attraverso l’avvocato Luigi Quinto, hanno chiesto al presidente del Tar un provvedimento cautelare urgente che scongiurasse l’obbligo di corrispondere le maggiori somme richieste dalla Regione entro il 31 dicembre.

Con provvedimento emesso questa mattina, il Presidente del Tar, in linea con i propri precedenti pronunciamenti sulla questione, ha sospeso anche il nuovo provvedimento regionale, riconoscendo il diritto per i 62 Comuni ricorrenti di corrispondere l’ecotassa nella misura minima di € 5,16.  Almeno per il 2015 la questione può ritenersi conclusa.

Altri articoli di "Politica"
Politica
30/05/2016
Stop al riordino della rete di Emergenza-Urgenza. La ...
Politica
30/05/2016
Una rimodulazione dei fondi messi a disposizione dal ...
Politica
30/05/2016
La risposta dopo il post del sindaco di sabato scorso che ...
Politica
30/05/2016
Una lettera contesta quanto sostenuto dal candidato ...
Primo album per l’orchestra guidata da Michele Lobaccaro: presentazione martedì 31 maggio presso ...