Poggiardo, sabato inaugurazione del Museo Archeologico di Vaste

giovedì 17 dicembre 2015
L'importante raccolta di reperti è il frutto degli scavi effettuati nell'antica città messapica a partire dagli inizi del Novecento.

Taglio del nastro per il “Sistema Museale di Vaste e Poggiardo”. Il nuovo polo archeologico-museale comprende il Museo Archeologico di Vaste, il Parco dei Guerrieri e il Portale, la chiesa rupestre dei Ss. Stefani, la chiesa rupestre di Santa Maria degli Angeli e il Museo degli affreschi bizantini, l’Arboreto Didattico. L’inaugurazione è prevista sabato 19 dicembre  alle ore 16 a Palazzo della Cultura a Poggiardo.

Istituito con delibera del Comune di Poggiardo, e realizzato grazie a un progetto finanziato su Fondi P.O. FESR 2007-2013 il Sistema Museale di Vaste e Poggiardo è il risultato di una trentennale attività di ricerca da équipe dell’Università del Salento, parallela alla tutela del territorio curata dalla Soprintendenza Archeologica e dalla Soprintendenza alle Belle Arti e al Paesaggio. Gli scavi archeologici sono stati diretti, a partire dal 1981, da Francesco D’Andria, professore emerito di Archeologia dell’Ateneo salentino.

 Nel corso dell’inaugurazione ci si concentrerà soprattutto sull’apertura del Museo Archeologico di Vaste, che offre la straordinaria occasione di esporre nel luogo stesso del ritrovamento oltre mille reperti provenienti dagli scavi dell’Università e da vecchi ritrovamenti registrati fin dagli inizi del ‘900.

Il Museo ha sede nel Palazzo Baronale (XIV - XVIII secolo) e l’esposizione si sviluppa al pian terreno, con ingresso da Piazza Dante, e al primo piano, accedendo dal retrostante Largo intitolato ai Ss. Vitale e Benedetta.
Complessivamente il percorso si articola in 14 ambienti. Il visitatore segue un percorso che corrisponde alle tappe della storia di Vaste, un insediamento a continuità di vita, nel quale le più antiche tracce di occupazione risalgono alla tarda età del Bronzo (XI-X sec. a.C.).

Assieme ai reperti archeologici, il visitatore potrà osservare ricostruzioni reali dei contesti di ritrovamento, diorami con scene di vita quotidiana nell’antichità e, infine, ricostruzioni digitali di monumenti e rituali.

Altri articoli di "Università"
Università
23/06/2016
È partito stamane il progetto "Generazione ...
Università
21/06/2016
Si terrà all’università di Foggia e prepara alle professioni ...
Università
17/06/2016
La decisione è stata presa dalla giunta regionale. L’assessore Leo: ...
Università
16/06/2016
Il secondo classificato ha proposto ricorso contestando le ...
Sabato 2 luglio a Leuca la V edizione del Movida Party: musica con Francesca Profico, Mistura Louca, Cesko e Cristian ...