Tragedia sulla litoranea adriatica, centauro muore sull’asfalto

sabato 18 aprile 2015

L’incidente sulla San Cataldo-San Foca. Intervenuti i carabinieri.

Un 25enne è morto questo pomeriggio mentre percorreva in moto la litoranea che collega San Cataldo a San Foca. A perdere la vita Antonio Tafuro, di San Pancrazio Salentino: il ragazzo, mentre era su una curva ha perso il controllo della moto, una Yamaha R6, finendo sbalzato per terra. L’impatto con l’asfalto è stato particolarmente violento, e da subito le condizioni del centauro sono apparse gravi, nonostante avesse il casco regolarmente allacciato. Gli automobilisti di passaggio hanno prestato i primi soccorsi: sul posto è arrivata quindi un’ambulanza del 118 che ha cercato di rianimare il ragazzo, ma vista la situazione il ferito è stato trasportato d’urgenza al “Vito Fazzi” di Lecce. Una corsa vana perché il cuore di Tafuro ha cessato di battere al pronto soccorso del nosocomio leccese.

Per i rilievi del caso sono giunti anche i carabinieri di Melendugno e i colleghi del Norm.

(Nella foto la Yamaha dello sfortunato giovane)

Altri articoli di "Lecce"
Lecce
20/09/2019
Paura in mattinata a Lecce: è stato necessario ...
Lecce
20/09/2019
Sotto accusa il nuovo Piano Coste del Comune in via di ...
Lecce
20/09/2019
Incontro ieri sera nella sede della Federazione provinciale con la riunione promossa dai ...
Lecce
20/09/2019
Ad annunciarlo alla platea degli agricoltori di Coldiretti ...
Nell’ospedale pubblico di Lecce si pratica la partoanalgesia (ne abbiamo parlato di recente), ma 35 chilometri ...
clicca qui