Acceleratore lineare al Fazzi, procedura in ritardo. L’appello di Perrone: “Fate presto”

venerdì 17 aprile 2015

Il sindaco di Lecce scrive al governo regionale e all’Asl di Lecce per chiedere un cambio di passo nella procedura di installazione nell’ospedale del capoluogo salentino dello strumento sanitario all’avanguardia: “Servono rassicurazione per il bene dei malati di cancro”.

Il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, ha indirizzato una lettera al governatore pugliese, Nichi Vendola, all’assessore regionale al Welfare, Donato Pentassuglia, e al direttore generale dell’Asl Lecce, Giovanni Gorgoni, per sollecitare un cambio di passo sulla vicenda dell’acceleratore lineare di ultima generazione.

Lo strumento sanitario all’avanguardia, capace di intervenire su neoplasie estremamente complesse, posizionate in punti talmente critici e delicati da non consentire l’intervento di rimozione con le usuali tecniche operative, sarebbe di fondamentale importanza proprio per le ragioni indicate nel contrasto ai tumori.

Il primo cittadino leccese torna a sollecitare le istituzioni competenti a fare in fretta nella dotazione dell’Asl locale di questo importante strumento, tenendo conto dei disagi che i malati salentini sono costretti ad affrontare, sobbarcandosi viaggi costosi per ricorrere alle adeguate cure mediche.

“A tutt’oggi – scrive – l’iter burocratico che accompagna questa vicenda appare ancora lento e farraginoso. Nonostante nei mesi scorsi la Asl abbia proceduto all’indizione di un bando pubblico e all’affidamento della fornitura al momento non si ha alcuna notizia circa l’effettiva acquisizione dell’acceleratore lineare e, conseguentemente, l’inizio dei lavori per la necessaria installazione dello stesso all’interno dell’Unità operativa di Radioterapia del Fazzi”.

Per queste ragioni, Perrone chiede di essere informato sullo stato della procedura affinché venga rispettata la data della cantierizzazione dei lavori, rassicurando sul fatto che lo strumento all’avanguardia “possa diventare realtà per il bene della comunità e dei malati di cancro” che “guardano a questa apparecchiatura altamente tecnologica come alla loro unica speranza di vita”.  

Altri articoli di "Lecce"
Lecce
16/07/2019
Attività di sensibilizzazione del Coordinamento ...
Lecce
16/07/2019
Arrivano gli auguri del mondo universitario e delle istituzioni per il successo ottenuto. ...
Lecce
16/07/2019
L’ex assessore, insieme ai rappresentanti di Sentire ...
Lecce
16/07/2019
Con il professor Mauro Minelli, fresco di nomina di responsabile per il SUD Italia della ...
Con il professor Mauro Minelli, fresco di nomina di responsabile per il SUD Italia della Fondazione di Medicina ...
clicca qui