Declassamento dell’ospedale di Scorrano: Blasi all’attacco del governo regionale

lunedì 30 marzo 2015

Il consigliere regionale del Pd attacca la scelta del governo Vendola di trasformare la struttura in presidio ospedaliero di base, cancellando in un sol colpo i reparti funzionanti “Provvedimento lontano dalla realtà”.

La delibera di giunta regionale n. 427 dello scorso 11.03.2015, nello stabilire i criteri di riordino della rete ospedaliera e la definizione dei modelli di riconversione dell’assistenza ospedaliera ha declassato il nosocomio di Scorrano in Presidio Ospedaliero di Base. Per Sergio Blasi, consigliere regionale di maggioranza ed ex segretario regionale del Pd, si tratta di “una decisione incomprensibile perché lontana dalla realtà e dalle importanti potenzialità della struttura”.

“Considerare l’ospedale di Scorrano come presidio di base – spiega - significherebbe, d’un solo colpo, cancellare i reparti, attualmente funzionanti, di Ostetricia e Ginecologia, Psichiatria, Pediatria, UTIC, Cardiologia e Dialisi”.

Con la decisione, secondo Blasi, si mette a rischio il diritto all’assistenza sanitaria dei cittadini residenti in tutta l’area adriatica, essendo il presidio di Scorrano l’Ospedale di riferimento per circa 20 Comuni, a maggior ragione all’indomani della chiusura dei nosocomi di Maglie e Poggiardo.Inoltre, come ricorda il consigliere regionale, solo qualche giorno addietro, lo stesso Tar aveva stabilito che il punto nascita di Scorrano debba rimanere attivo, motivando tale decisione proprio con la collocazione geografica della struttura capace di rispondere alle esigenze sanitarie di tutto il bacino adriatico.

“Appare, pertanto – conclude Blasi -, un provvedimento lontano dalla prospettiva di assicurare a tutto il territorio pugliese una ottimale ed omogenea assistenza sanitaria ed auspico che l’Assessore Pentassuglia assieme a tutta la giunta regionale riveda tale decisione”.

                                              

 

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
17/02/2020
Negli ospedali salentini sono circa 80 i pazienti ...
Sanità
08/02/2020
Si tratta di una misura precauzionale nelle misure di ...
Sanità
07/02/2020
Domani ai Carmelitani un incontro informativo per capire ...
Sanità
07/02/2020
È accaduto a Castellaneta lo scorso 30 gennaio. ...
Nell’ultima versione del DSMV (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) il DOC (disturbo ossessivo ...
clicca qui