Una donna alla segreteria generale della Cgil Lecce: eletta Valentina Fragassi

giovedì 19 marzo 2015

Il comitato direttivo provinciale della Cgil Lecce, su proposta del segretario generale Salvatore Arnesano, ha eletto nel pomeriggio di ieri, un nuovo componente della segreteria confederale: “Darò il massimo del mio contributo all’interno di questa esperienza”.

Il comitato direttivo provinciale della Cgil Lecce, su proposta del segretario generale Salvatore Arnesano e alla presenza del segretario generale della Cgil Puglia Gianni Forte, ha eletto nel pomeriggio di oggi, 18 marzo, un nuovo componente della segreteria confederale, Valentina Fragassi, che si affianca ai segretari confederali Antonella Cazzato e Roberto Natali e al segretario generale Salvatore Arnesano.

Valentina Fragassi, 40 anni, è stata per otto anni segretaria generale della Filcams Cgil Lecce, la categoria sindacale che tutela i lavoratori del commercio, del turismo, e dei servizi. A livello nazionale, è tra i più giovani quadri dirigenti della sua categoria. Inizia a collaborare con la Cgil di Lecce sin dal 1999 e, a 31 anni, nel 2007, viene eletta per la prima volta segretaria generale della Filcams Cgil di Lecce. Attualmente è anche presidente del comitato consultivo provinciale dell’Inail di Lecce.

“All’interno di questa esperienza darò il massimo del mio contributo”, ha dichiarato la Fragassi dopo la sua elezione, “Ci aspetta un lavoro non facile perché dobbiamo reagire con forza agli attacchi del Governo al mondo del lavoro e alla presa in giro rappresentata dal Jobsact con cui si è cancellato lo Statuto dei lavoratori e, con esso, i diritti dei lavoratori faticosamente conquistati”.

Durante la riunione del direttivo, il Segretario generale della Cgil Lecce Salvatore Arnesano ha ricordato la situazione di “grave crisi del lavoro nel territorio della provincia di Lecce e le scelte miopi del Governo nazionale e che stanno producendo l’effetto esattamente contrario a ciò che viene annunciato: non estensione ma sottrazione dei diritti; non uguaglianza ma esasperazione delle disuguaglianze tra lavoratori; non riforme serie e di riordino degli enti locali, ma aumento delle difficoltà che si stanno ripercuotendo, tanto per cambiare, sulle spalle dei lavoratori, soprattutto nelle regioni del Mezzogiorno. Per questo il 21 marzo i lavoratori della provincia di Lecce parteciperanno in massa alla manifestazione unitaria regionale che si terrà a Bari”.

“Con la manifestazione regionale di sabato 21”, ha dichiarato il segretario generale della Cgil Puglia Gianni Forte, “Cgil Cisl e Uil chiedono di partecipare alla definizione di una nuova e più incisiva politica per il Mezzogiorno per condividere la definizione di un nuovo programma per il lavoro, lo sviluppo e la qualità della vita. Una manifestazione per la quale la Puglia ha gli occhi puntati, perché unico movimento unitario del meridione che scende in piazza presentando una mobilitazione e un documento di proposta verso il governo nazionale il quale ha cancellato dal dibattito e dalle priorità in agenda le tematiche del Mezzogiorno”.

 

 

TAG: cgil
Altri articoli di "Lecce"
Lecce
23/02/2020
 Il tecnico sottolinea i difetti della squadra nella sfida odierna: “Salvezza? ...
Lecce
23/02/2020
Non finisce bene per il Lecce la trasferta all’Olimpico: quattro sberle contro la ...
Lecce
23/02/2020
Esito negativo dai test effettuati su due ragazzi baresi, ...
Lecce
23/02/2020
Fonseca conferma Peres, Liverani punta su Mancosu. Tutto pronto a Roma per la sfida ...
Mascherine consigliate ai medici del pronto soccorso leccese anche nei casi asintomatici. Dubbi sulla trasmissione ...
clicca qui