Polo oncologico, dopo 3 anni di attesa e burocrazia pronta la prima risonanza magnetica

mercoledì 18 febbraio 2015

Buone notizie al “Vito Fazzi”, dove è stata montata in questi giorni dai tecnici della Philips la prima risonanza magnetica, dopo tre anni di attesa. L’interminabile vicenda parte da un accordo Asl-Regione del dicembre 2011 impantanatasi nella burocrazia.

Al piano interrato del Polo Oncologico i tecnici della Philips hanno completato il montaggio della prima delle due risonanze commissionate alla multinazionale olandese a maggio 2013, dopo una gara durata più di un anno.

«Stiamo facendo le prove di funzionalità e di rodaggio – ha detto l’ingegnere Antonio Leo, responsabile del procedimento -  Subito dopo aver consegnato questa alla struttura la Philips può dedicarsi alla fornitura della 2^ Risonanza, che verrà destinata alla Neuroradiologia del Fazzi».

Si stima che per almeno 6 mesi il reparto di Neuroradiologia che adesso usa una Risonanza del 1998 da 0,5 Tesla, dovrà servirsi di questa nuova macchina all’altro capo dell’ospedale leccese.

La Risonanza appena montata era stata acquistata per incrementare le dotazioni tecnologiche del Polo Oncologico, in particolare lo screening mammografico.

Questa della interminabile gara per l’acquisto di due risonanze al “Vito Fazzi” è una storia vergognosa, senza responsabili.  Tutto è partito con l’accordo Asl-Regione del dicembre 2011 e con il programma di investimento di 4 milioni 150mila euro. La delibera che dà il via alla gara viene firmata il 17 aprile 2012. E la fornitura viene  assegnata alla Philips più di un anno dopo, nel maggio del 2013.

Se tutto procederà per il verso giusto, senza  intoppi e senza contrapposizioni, nell’arco di poco meno di 4 anni potremo contare sulla disponibilità delle due risonanze.

Fonte: Salute Salento

 

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
17/05/2019
Silvana Leo è stata eletta coordinatrice del CIPOMO ...
Sanità
16/05/2019
Da giugno parte la campagna di verifica degli ispettori ...
Sanità
16/05/2019
Domenica 19 maggio nel presidio territoriale di assistenza di Nardò evento di ...
Sanità
08/05/2019
Il direttore dell’Ordine dei medici chirurgi e ...
Oggi, grazie all’intervento del dottor Alessandro D’Amelio, parliamo di un esame che che qualcuno ...
clicca qui