Aria artica in arrivo, neve fino alle coste. Fiocchi a Lecce

sabato 7 febbraio 2015

Freddo intenso e neve stanno per trasferirsi al sud, a causa dell'arrivo di aria gelida di estrazione artica. Ecco l’analisi degli amici del centro Epson meteo.it.

Possibili fiocchi anche a Lecce, a causa di una perturbazione di origine artica ad inizio settimana: “I modelli matematici in uso presso il Centro Epson Meteo confermano per domenica sera l’arrivo di un nucleo di aria gelida proveniente da latitudini artiche che dai Balcani si riverserà verso l’Adriatico e le regioni centro-meridionali. Le temperature subiranno un brusco e sensibile calo e nelle regioni meridionali il freddo sarà accentuato da forti venti di Tramontana che aumenteranno la sensazione di gelo percepito dal nostro organismo (effetto wind chill); si potranno addirittura toccare raffiche di 80-90 km/h. Ma oltre al freddo e al vento arriverà anche la #neve a quote molto basse, addirittura si spingerà fino anche in pianura e lungo le coste di Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata. Oltre a Campobasso, abituata alla neve, i fiocchi potrebbero imbiancare anche Pescara, Foggia, Bari, Lecce, Cosenza, Catanzaro.

Lunedì il nucleo di aria gelida giunto già domenica notte al Centrosud, si sposterà nel corso della giornata verso la Grecia; specialmente in mattinata si potranno ancora osservare spruzzate di neve anche fino a livello del mare nel settore compreso tra Molise, Puglia e Basilicata; Nel pomeriggio i fenomeni si attenueranno e anche il limite nelle neve si alzerà gradualmente”.

Fonte: Meteonetwork onlus Puglia e Basilicata

Altri articoli di "Meteo"
Meteo
22/10/2019
Secondo i principali modelli di calcolo la via d'uscita dall'assoluto dominio ...
Meteo
21/10/2019
Una vasta struttura altopressoria domina i settori centro-orientali europei con ...
Meteo
19/10/2019
Cielo sereno o poco nuvoloso, con temperature stazionarie o in lieve incremento (max ...
Meteo
18/10/2019
Ancora instabiità di stampo estivo: attenzione ...
I numeri sono confortanti: con le nuove tecnologie e con le nuove terapie guariscono di più i piccoli colpiti ...
clicca qui