Quarto decesso per H1N1: un 60enne muore a Scorrano

mercoledì 4 febbraio 2015

La vittima è deceduta per insufficienza respiratoria acuta: era ricoverata dallo scorso 27 gennaio.

Sale a quattro il numero dei decessi per influenza H1N1 nella Asl di Lecce. Nel primo pomeriggio di oggi, all’ospedale di Scorrano, un uomo di 60 anni è morto per insufficienza respiratoria acuta. L’uomo era stato ricoverato, già in gravi condizioni, in Rianimazione lo scorso 27 gennaio: l’anamnesi era di sospetta influenza.

Il 30 gennaio è arrivato l’esito positivo del test per influenza H1N1. Le condizioni si sono aggravate nei giorni successivi: gli esami hanno messo in evidenza una broncopolmonite massiva bilaterale e l’ecmo era già pronta a intervenire.

“Questo è il quarto decesso registrato in questa Asl per influenza H1N1 - dichiara Giovanni Gorgoni, Commissario straordinario Asl Lecce - resta invariato il numero complessivo di casi accertati di H1N1 (9 dall’inizio dell’emergenza). Continua intanto il blocco dei ricoveri per interventi programmati e la situazione nei sei ospedali del territorio è sotto controllo. Rinnoviamo ancora l’invito ad effettuare il vaccino, basta rivolgersi al proprio medico di base. E’ importante che si vaccino soprattutto i bambini, i pazienti cronici e gli over 65". 

Intanto il picco complessivo sembra superato, a renderlo noto la Federazione italiana medici di famiglia Puglia: “Si è passati da un’incidenza di 7,66 su mille a 5,62 di questa settimana. Occorre mantenere alta la guardia in quanto i tassi di influenza sono ancora molto alti, non potendosi escludere una ripresa della malattia. L’incidenza della malattia influenzale resta comunque superiore al picco raggiunto lo scorso anno in Puglia (4,1 su mille)”.

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
18/11/2019
La circostanza lamentata da una mamma in diretta ...
Sanità
13/11/2019
Appuntamento alle 18 presso Arthotel & Park a ...
Sanità
09/11/2019
Saranno presenti in questa iniziativa benefica, nata per ...
Sanità
08/11/2019
Presentato il progetto del nuovo nosocomio, alla presenza ...
L’équipe del professor Carlo Foresta da diverso tempo sta studiando gli effetti di alcuni materiali con ...
clicca qui