Febbre alta da giorni, poi il ricovero: al “Fazzi” anziano muore di meningite

giovedì 22 gennaio 2015

Tragico epilogo nella notte per un 73enne di San Pietro in Lama, che dopo alcuni giorni di influenza e il ricovero nell’ospedale leccese, non ce l’ha fatta a causa probabilmente di una meningite batterica. Attivati nella struttura tutti i protocolli di sicurezza necessari.

Da diversi giorni aveva un’influenza che non ne sapeva di passare. Quando, però, la febbre ha iniziato a salire senza controllo i familiari di un anziano, 73enne di San Pietro in Lama, si sono preoccupati e senza pensarci su due volte lo hanno trasferito, con l’ausilio del personale del 118, all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce.

Sembrava che quella corsa e le cure mediche potessero essere sufficienti per garantire una pronta guarigione all’anziano. Le sue condizioni, invece, nella giornata di ieri, hanno subito delle complicazioni e nella notte, l’uomo è morto.  

Alla base del decesso, come confermato dagli esami sul liquido spinale, dovrebbe esserci una meningite batterica. Attivati tutti i protocolli di sicurezza da parte dell’ospedale che garantisce come la situazione sia sotto controllo e non ci sia pericolo per altri pazienti. 

Altri articoli di "Lecce"
Lecce
20/01/2020
Un tifoso della squadra nerazzurra non usa mezzi termini ...
Lecce
20/01/2020
Nell’ambito degli accertamenti eseguiti a margine ...
Lecce
20/01/2020
Scontro tra diverse vetture all’ingresso del ...
Lecce
20/01/2020
Inaugurata in occasione delle festività natalizie, rimarrà attiva per altre ...
Il responsabile del Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’Asl Lecce, Alberto Fedele, rassicura tutti: il ...
clicca qui