Regionali, centrodestra spaccato. Schittulli a Forza Italia: “Sostenga la mia candidatura”

lunedì 12 gennaio 2015

L’indicazione di Nicola Giorgino da parte di Berlusconi per le presidenziali pugliesi non riaggrega la coalizione: Ncd, Fdi-An, Nuovo Psi e Mps incontrano Schittulli che assicura il proprio impegno. L’oncologo lancia un appello ai forzisti.

Nonostante l’indicazione di Nicola Giorgino, sindaco di Andria, come nome in pole position per la candidatura alla presidenza della Regione Puglia per Forza Italia, Francesco Schittulli, l’oncologo già presidente della Provincia di Bari, resta in campo. Anzi, rilancia la propria sfida per l’appuntamento elettorale di maggio 2015.

Il medico, infatti, che già da un anno ha annunciato la volontà di essere l’alternativa al centrosinistra di governo, continua il suo tour regionale per incontrare i cittadini e proporre la sua “cura”, continuando ad aspettare che anche Forza Italia si decida ad appoggiare il suo nome, anche a fronte delle evoluzioni degli ultimi giorni.

Schittulli si sente forte dell’appoggio degli altri partiti del centrodestra, da Ncd a Fratelli d’Italia-An, da Nuovo Psi a Mps, che lo hanno sollecitato a proseguire col suo impegno e gli hanno assicurato il proprio sostegno: “Auspico che la coalizione – afferma l’oncologo in una nota -, che già mi sostiene, si arricchisca al più presto della presenza di Forza Italia - e di altre forze alternative alla sinistra nonché di movimenti civici e di ispirazione popolare e cristiana per condurre in porto, tutti insieme, una campagna elettorale che già si preannuncia vincente per la Puglia e per i pugliesi”. 

M.B.

Altri articoli di "Lecce"
Lecce
10/12/2019
Pubblicato il primo rapporto stagionale InfluNet ...
Lecce
10/12/2019
Il consigliere del Movimento Cinque Stelle chiede maggiori ...
Lecce
10/12/2019
Iniziativa nel centro storico di Lecce organizzata dal ...
Lecce
10/12/2019
Gli agricoltori pugliesi chiedono che si passi dalle parole ...
Insieme al dottor Eugenio Romanello, dermatologo di grande esperienza per le malattie veneree, a Lecce va in pensione ...
clicca qui