“Voulez vous danser Gainsbourg?”: da Koreja la “Compagnie Octavio De La Roza”

giovedì 8 gennaio 2015
Grande attesa per la prestigiosa Compagnie Octavio De La Roza dalla scuola del Béjart Ballet di Losanna: a Lecce in scena domani, venerdì 9 gennaio, anche la giovane danzatrice leccese Camilla Colella.

Seduzione, balli accattivanti e sensualità. Grande attesa a Lece, nei Cantieri Koreja, per l’arrivo della Compagnie Octavio De La Roza (Losanna-Svizzera). In scena “Voulez vous danser Gainsbourg?”, di e con Octavio de la Roza. Sul palco anche Alessandra Berti e la danzatrice leccese Camilla Colella, giovanissima promessa della danza italiana all’estero.

Trentaquattro anni e un curriculum di pregio alle spalle, il coreografo argentino Octavio de la Roza ha gran voglia di fare conoscere la sua compagnia anche in Italia. L’ensemble che porta il suo nome infatti, ha sede a Losanna ed è apprezzata per lo più in Francia dove da due anni partecipa al Festival di Avignone riscuotendo grande successo sia da parte del pubblico che degli addetti ai lavori.

Lo spettacolo è un vero e proprio tributo al poliedrico artista francese Serge Gainsbourg, un percorso che si snoda in un mondo fatto di infinita immaginazione, grandi amori per le donne (la sua storia con Jean Birkin alimenta ancora l’immaginario di intere generazioni), giochi di seduzione e accattivanti balli, tra eccessi di sensualità e picchi di genialità. Le morbide canzoni dello stesso Gainsbourg, con i suoi ingegnosi giochi ritmici e le musiche di Chopin, sono il tappeto sonoro di un ballo intimo, erotico e innamorato. Il coreografo non illustra le canzoni, ma le trasforma in danza. 

Octavio de la Roza apre il suo cuore, racconta la sua storia e ripercorre l'universo Gainsbourg il seduttore di successo amante delle donne, i suoi eccessi e la sua immaginazione infinita.  Balla con due ballerine, sembra sedurle una alla volta o tutte e due insieme, facendosi sedurre a sua volta.

Un invito a Serge Gainsbourg a venire e danzare fatto con la sua voce accattivante, tra parlato e canto, con i suoi silenzi, le sue esitazioni, le sue pause e il suo segreto godimento. Octavio de la Roza fa vivere queste canzoni e attraverso la sua coreografia non le illustra ma le trasforma in danza. 

Riparte così, col botto, il nuovo anno di “Open Dance”, la rassegna dedicata al teatro-danza e alla danza contemporanea che durante la programmazione invernale incrocia Strade Maestre, la stagione teatrale promossa da Cantieri Koreja, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Regione Puglia.

 

Coreografia e costumi Octavio de la Roza 
Scenografia Elen Patrick Rion

Luci Bert De Raeymaecker 
Ballerini Camilla Colella, Octavio de la Roza e Alessandra Berti 
Occhio esterno Gianni Scheneider 
Drammaturgia François Regnault 
Musica Serge Gainsbourg e Frédéric Chopin 
Arrangiamenti Sig Qwertz 
Tecnica Octavio de la Roza 

 

INFO: Cantieri Teatrali Koreja • Tel 0832 242000 / 240752

dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.00

www.teatrokoreja.it

Altri articoli di "Teatro"
Teatro
19/10/2019
Riparte la nuova Stagione Teatrale 2019/2020, organizzata dal Comune di Taviano con il ...
Teatro
18/10/2019
Il barbonaggio teatrale compie dieci anni, in programma ...
Teatro
17/10/2019
Il laboratorio sarà tenuto dalla regista e attrice ...
Teatro
16/10/2019
Inizia oggi la “tre giorni” per la campagna ...
Sovrappeso e obesità sono grandi problemi che colpiscono sempre più bambini (con percentuali preoccupanti ...
clicca qui