Philae, sulla cometa atterra anche un "pezzo" di Salento

venerdì 14 novembre 2014
La scienziata leccese Elena Mazzotta Epifani è la responsabile della strumentazione Giada che analizzerà le polveri della cometa.

Uno dei successi scientifici più emozionanti degli ultimi anni porta la firma di una scienziata leccese: Elena Mazzotta Epifani, laureata in fisica lavora da 17 anni all’Osservatorio astronomico di Capodimonte ed è la responsabile di Giada (Grain Impact Analyser and Dust Accumulator), lo strumento montato sulla sonda Rosetta sbarcato due giorni fa sulla cometa 67/P ChuryumovGerasimenko.
Giada analizzerà le polveri raccolte sulla superficie della cometa dal lander Philae e fornirà ai ricercatori della informazioni preziosissime per comprendere le origini e l’evoluzione dell’universo e della Terra. Le comete sono infatti frammenti vecchi quanto la formazione del Sistema Solare, quattro miliardi e 600 milioni anni fa.
“Un successo europeo. Sono orgogliosa di farne parte" ha commentato la ricercatrice salentina a Repubblica che, dopo l’entusiasmo non risparmia un commento amaro: "Devo dirlo, anche se mi dispiace: è davvero complicato fare ricerca in Italia. Specie ora che gli investimenti nel settore non sono una priorità. Per fortuna l'Asi ha creduto in noi". L’atterraggio di Philae è una missione storica arrivata dopo dieci anni di attesa, da quando nel 2004 partì la sonda europea Rosetta: è la prima volta che un manufatto dell’uomo raggiunge la superficie di una cometa. 
Altri articoli di "Scienza e tecnologia"
Scienza e tecnolo..
23/05/2019
L’idea dell’officina creativa digitale Rubik , ...
Scienza e tecnolo..
22/05/2019
L'idea di un gruppo di studenti di Unisalento per combattere la dipendenza da ...
Scienza e tecnolo..
19/05/2019
Le amministrazioni avranno la possibilità di ...
Scienza e tecnolo..
16/05/2019
Mauro Ferrari, la cui famiglia è originaria di Parabita, a partire dal 2020 ...
 A guardarlo sembra un piccolo mostro fatto di ossa, sebo, denti e capelli, ma con una semplice operazione il ...
clicca qui