Non dichiara 2 milioni di ricavi ed evade Iva: guai per un'azienda di abbigliamento

sabato 8 febbraio 2014
Un'azienda di abbigliamento, chiusa nel 2011, ha omesso di dichiarare 2 milioni di ricavi ed evaso l'Iva per 400mila euro. Denuncia alla Procura della Repubblica.

Non aveva dichiarato ricavi per circa 2 milioni di euro ed evaso l'Iva per circa 400mila euro. Questo il risultato di una verifica fiscale effettuata dai finanzieri della Compagnia di Gallipoli nei confronti di un'azienda che produceva abbigliamento.
Le fiamme gialle, già dall’avvio dell’attività ispettiva, hanno individuato e acquisito copiosa documentazione, anche extracontabile, confrontandola con le risultanze emerse dalla consultazione dell’Anagrafe Tributaria e delle altre banche dati in uso al Corpo, da cui è emerso come la società, cessata nel febbraio 2011, sia risultata evasore totale per l'anno 2010.
Per il rappresentante legale della società è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica per i reati di omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali obbligatorie ed occultamento delle scritture contabili.
Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/02/2020
Il drammatico incidente è avvenuto in queste ore ...
Cronaca
23/02/2020
Esito negativo dai test effettuati su due ragazzi baresi, ...
Cronaca
23/02/2020
Arriva anche il commento della società salentina ...
Cronaca
23/02/2020
L'azione violenta è stata rapidissima e sembra fosse ...
Mascherine consigliate ai medici del pronto soccorso leccese anche nei casi asintomatici. Dubbi sulla trasmissione ...
clicca qui