Conflitto a fuoco dopo la rapina. Preso un secondo complice, il primo colpito al volto

venerdì 7 febbraio 2014

Quattro banditi hanno preso di mira un’agenzia di assicurazioni a Lequile. Inseguiti dai carabinieri, sono riusciti a fuggire dopo un conflitto a fuoco. In due - uno è ferito - sono stati poi rintracciati e arrestati.


Le ricerche sono andate avanti tutta la notte: alla fine carabinieri e polizia hanno individuato e arrestato anche il secondo dei quattro malviventi che ieri sera sono rimasti coinvolti in una sparatoria dopo aver rapinato un'assicurazione a Lequile. A seguito della sparatoria è stato ferito e arrestato Alessandro Aprile, 35enne di San Cesario. Nella notte rintracciato e arrestato Vincenzo De Benedittis, di San Pietro in Lama.

Il secondo arresto. La persona arrestata è Vincenzo De Benedittis, 33enne da San Pietro in Lama, incensurato. Il fuggitivo è stato individuato dagli uomini della Squadra mobile di Lecce mentre si aggirava nelle campagne. Sporco di terra ebagnato, l'uomo si aggirava a soli 500 metri dal luogo della rapina ed è stato riconosciuto nell’abbigliamento e nelle scarpe dai carabinieri che lo avevano visto fuggire dopo la sparatoria.  L'uomo ha confessato nella notte e ora si trova in carcere. Recuperata l’intera refurtiva: circa 850 euro, costituita da 210 euro rinvenuti nel portafoglio di propietà di una delle vittime che Alessandro Aprile aveva ancora indosso all’atto della cattura, e altri 630 euro rinvenuti in un portafoglio sottratto ad un’altra vittima nell’agenzia e trovato nei pressi dell’auto dei rapinatori.

I fatti. Poteva avere un bilancio ancora più grave la sparatoria di ieri pomeriggio a Lequile. Intorno alle 19 una banda composta da quattro rapinatori si è presentata all’interno di un’agenzia di assicurazioni, la “Vittoria” di Largo San Vito. Dopo aver messo a segno il colpo, tre dei quattro banditi sono usciti per raggiungere un'auto alla cui guida era un complice. I carabinieri allertati poco dopo sono riusciti a rintracciare malviventi, attendendoli all'uscita delll'agenzia: i rapinatori, alla vista delle forze dell'ordine, hanno iniziato  a sparare fuggendo per la via provinciale che congiunge Copertino a San Donato di Lecce. I carabinieri hanno inseguito i malviventi raggiungendo l'auto e trovando uno dei rapinatori che era rimasto ferito, mentre gli altri tre si erano già dileguati nelle campagne.

Il ferito. Il ferito è Alessandro Aprile, 35enne di San Cesario. L'uomo è stato trasferito in ospedale: i proiettili lo hanno colpito ad un braccio, ad una gamba  e allo zigomo. Il bottino ammonta a circa mille euro. Prosegue la caccia agli altri due complici che al momento sono riusciti a fuggire.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
20/02/2020
Il terribile episodio nella notte, ad Alezio, ai danni di ...
Cronaca
20/02/2020
 Il rogo è esploso all’interno ...
Cronaca
20/02/2020
L'azienda della famiglia Ricchiuto si oppone alla decisione ...
Cronaca
20/02/2020
I tre hanno preso di mira la donna mentre era in strada il ...
Il prolasso dell’utero e della vescica è un problema che affligge milioni di donne. Il professor Antonio ...
clicca qui