Saluto commosso a Dino e Veronica: "A Lecce si muore di indifferenza"

lunedì 3 febbraio 2014
Si sono svolti questo pomeriggio i funerali di Veronica Piggini e Dino Martina, i due senzatetto trovati morti la settimana scorsa in una casa diroccata. Dure le parole di Don Simone Renna: "La città sta morendo per l'indifferenza".

"E' opportuno che si cominci un processo di conversione perché oltre a Dino e Veronica anche questa città sta morendo". Le parole dell'omelia di Don Simone Renna, parroco della chiesa di Santa Maria della Pace che oggi pomeriggio ha officiato i funerali di Dino Martina e Veronica Piggini, hanno scosso i presenti, lasciando una forte sensazione di rimpianto per ciò che si poteva e, forse, si doveva fare.
La famiglia e i tanti amici hanno affollato la chiesa dei Santi Nicolò e Cataldo, nel cimitero di Lecce, nell'atto conclusivo di una settimana marcata da grandi polemiche e tante parole attorno alla morte dei due senzatetto. Tra i presenti, oltre ai compagni di una vita non certo facile, anche diversi volti della politica locale, dal sindaco Paolo Perrone all'onorevole Roberto Marti. 

"Se pensiamo che Veronica e Dino siano morti - ha detto Don Simone nella sua omelia - e che noi non lo siamo, ci stiamo sbagliando: anche noi siamo morti e abbiamo bisogno di pregare per le nostre anime. La messa di oggi non serve solo a chiedere il conforto per i due poveri di cui nessuno si accorgeva, ma anche per la nostra grave colpa. Non abbiamo potuto, non abbiamo voluto, non abbiamo saputo dar loro una casa. Ringraziamo il sindaco e l’amministrazione per la loro presenza oggi, ma non possiamo esimerci dal chiedere aiuto con tutta la nostra voce alle istituzioni per fare quello che noi non siamo in grado di fare, donare una casa a chi non ne ha una ed è costretto a rischiare la vita o a perderla in alloggi assolutamente inadatti, se non addirittura indegni. In questi giorni su Facebook ho visto molta gente intenta a puntare il dito contro i due clochard. Il dito lo dobbiamo puntare contro noi stessi. Ognuno ha le sue responsabilità e i suoi compiti. Il problema dell’indigenza è molto grave, ma dovremmo avere le risposte adeguate. Non so se questa città sia pronta a diventare ciò a cui si è candidata. Se così fosse ciò significherebbe che quando in parrocchia si presentano due cittadini come Dino e Veronica noi sapremmo trovargli un alloggio". 

I corpi dei due clochard saranno sepolti all'interno del cimitero di Lecce per espressa volontà della Curia cittadina, che ha donato i loculi alle famiglie.
Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
14/12/2018
Tragedia sulla provinciale che da Ugento conduce a ...
Cronaca
14/12/2018
La vicenda dolorosa in un comune del Basso Salento: la ...
Cronaca
14/12/2018
Il blitz dei carabinieri di Gallipoli è scattato ...
Cronaca
14/12/2018
Il cedimento ha riguardato un cavalcavia nei pressi dello svincolo per ...
Intervista al dottor Antonio Scollato, direttore responsabile del reparto di Neurochirurgia dell’ospedale di ...
clicca qui