Il Salento sul Web: una videoguida turistica esplora i borghi antichi del territorio

lunedì 13 gennaio 2014

Sul web un format audiovisivo reinterpreta i luoghi del passato in chiave documentaristica: uno strumento gratuito consultabile per tutti.

 

Parte con una passeggiata virtuale nei borghi antichi di Copertino, attorno alle vecchie mura del centro storico, fino ad arrivare a tutti i luoghi “invisibili” del territorio la videoguida a disposizione dei turisti e di chiunque abbia interesse verso il Salento da oggi disponibile sul web. In chiave documentaristica è svelato il Salento segreto, con l'intento di portare alla luce anche gli angoli più nascosti, quei borghi meno celebri ma altrettanto degni di attenzione. Nata dalla passione dei due autori, Maria Angela Nestola e Carlo Mazzotta, entrambi di Copertino, è una nuova e moderna concezione di guida turistica facilmente consultabile sulla piattaforma web 2.0 (canale You Tube) dai dispositivi mobili più diffusi: Smartphone, Tablet, oltre che ovviamente dal computer.

Il format audiovisivo, interattivo e replicabile, traccia così le coordinate geografiche degli itinerari possibili, cattura la mappatura sonora del centro storico, mette in dialogo gli eventi, le vicende, e le figure umane che lo hanno abitato. Le colonne sonore sono opere perlopiù inedite scritte e interpretate da sette musicisti appassionati, (un tedesco e sei italiani) ispirate ai percorsi del Borgo Antico, e dai chiari temi evocativi.

Ogni videoguida è dotata di un semplice menù interattivo che offre, appunto, la possibilità di scegliere quando e quali percorsi “esplorare” tra quelli proposti.

Il numero zero sul Borgo Antico di Copertino, completamente autoprodotto, costituisce la videoguida pilota della Rete di Videopercorsi che gli autori hanno in programma per il territorio. In futuro saranno invece le amministrazioni interessate a poter commissionare gli altri numeri delle videoguide.

“Il progetto” spiegano gli autori Maria Angela Nestola e Carlo Mazzotta - l'una curatrice dei testi, l'altro videomaker - “è rivolto alla promozione del patrimonio artistico e culturale dei paesi ancora ingiustamente sconosciuti. È una maniera scrupolosa di accompagnare, il visitatore virtuale, nelle unicità dei Centri Storici 'minori', incentivandolo a muoversi poi fisicamente verso questi stessi luoghi, per apprezzarne fino in fondo la loro complessità. E’ un tentativo condensato di ricordare quanto la bellezza si trovi davvero in larga misura vicina a noi, e quanto questa, possa rivelarsi stimolante per tutta una Intera comunità. Ci è successo di frequente” continuano “ di vedere visitatori allo sbando, perché al di là dei luoghi noti, sui quali è disponibile abbondante letteratura, non c'erano informazioni su altri pezzi di Salento. Questo è uno strumento che tenta di sopperire a questa carenza”.

L'anteprima della videoguida è stata presentata lo scorso 26 dicembre nel dismesso Cinema Galleria di Copertino. "Una scelta non casuale" spiegano ancora gli autori "un modo per cominciare a valorizzare un patrimonio dimenticato"

 


you tube: http://www.youtube.com/watch?v=aWVS4LerW18

sito in costruzione: www.videopercosi.it

 

Altri articoli di "Turismo"
Turismo
13/11/2019
Si arricchisce l’offerta internazionale dell’Aeroporto del Salento: da ...
Turismo
02/11/2019
Coldiretti Puglia: “Merito del bel tempo.  Ottobre meglio di maggio e ...
Turismo
30/10/2019
Da aprile al via i voli per Lione. A luglio invece partono i diretti per Spalato e ...
Turismo
11/10/2019
Si arricchisce l’offerta per l’estate 2020 per i viaggiatori che transitano ...
La pediculosi può essere un incidente di percorso che capita anche alle famiglie molto attente alla cura e ...
clicca qui