Ordigno esplode nel bosco, un uomo rischia di perdere la mano

domenica 13 ottobre 2013
Un uomo di Castrì di Lecce rischia di perdere un arto, maciullato nell'esplosione di una bomba che si sarebbe innescata mentre raccoglieva funghi

L'episodio è singolare e rischia di costare carissimo a un 46 enne di Castrì di Lecce, Andrea Della Torre, che nel pomeriggio è arrivato al Vito Fazzi di Lecce con la mano destra maciullata dall'espolosione di un ordigno che gli sarebbe letteralemte scoppiato tra le mani. 
Ai sanitari, che gli hanno prestato soccorso al Vito fazzi di Lecce dove era arrivato con la mano bendata e sanguinante, l'uomo ha raccontato di essere andato a raccogliere funghi in un bosco nelle vicinanze della sua casa, alla periferia di Castrì, e di essersi chinato a raccoglierne uno senza accorgersi della bomba, che sarebbe stata inavvertitamente innescata dalla sua sigaretta.

I medici lo hanno sottoposto immediatamente ad un intervento chirurgico per tentare di salvargli la mano destra, mentre sull'accaduto indagano i carabinieri di Calimera.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
18/11/2019
La Guardia Costiera di Otranto ha emanato un'ordinanza di ...
Cronaca
18/11/2019
La circostanza lamentata da una mamma in diretta ...
Cronaca
18/11/2019
Stretta sui controlli a Surbo: 3 arresti in una ...
Cronaca
18/11/2019
Continuano gli interventi di rifacimento del manto stradale di alcune vie della ...
L’équipe del professor Carlo Foresta da diverso tempo sta studiando gli effetti di alcuni materiali con ...
clicca qui