Ladri in azione al Centrum: addosso speciali borselli per eludere gli allarmi

mercoledì 9 ottobre 2013
Arresto ieri pomeriggio nel "Centrum" a Lecce: preso un ladro che rubava abiti dai grandi magazzini servendosi di speciali borselli rivestiti in metallo per eludere gli allarmi. Il complice in fuga.


Operazione della polizia ieri pomeriggio, intorno alle 17, nel centro commerciale Centrum di viale Papa Giovanni XXIII a Lecce.
Tutto è partito da una telefonata che segnalava alla centrale di polizia una Bmw sospetta, con verti oscurati, parcheggiata in una zona isolata del garage del Centro commerciale. Gli agenti hanno difatti individuato l'auto e poco lontano due individui che con aria guardinga si aggiravano nel centro commerciale, muniti di borselli.
Il sospetto che si stesse consumando qualcosa di illecito è arrivato in fretta, quando i due uomini, alla vista delle divise, hanno deciso di darsela a gambe, fuggendo a piedi verso i vicini viali, in direzioni diverse. Dopo un breve inseguimento uno dei due è stato fermato dagli agenti. L'uomo, che si è scoperto poi essere Pavel Alexandru Christian, di 36 anni, cittadino rumeno senza fissa dimora, ha dapprima dichiarato di non essere in grado di parlare italiano - ma solo spagnolo - ma in un secondo momento, messo alle strette, ha deciso di collaborare con gli agenti, raccontando di aver commesso i furti nell'Oviesse e nel grande magazzino H&M servendosi di speciali borsoni rivestiti di alluminio, grazie ai quali non si attivavano gli allarmi antitaccheggio.

Quando gli agenti sono riusciti ad aprire la Bmw hanno difatti trovato all'interno dei borsoni contenenti abiti, tutti ancora con il contrassegno Oviesse e H&M e l'antifurto, una scoperta seguita a ruota poi dal ritrovamento di altri borsoni ancora all'interno del portabagagli, aperto dai vigili del fuoco. L'ammontare della refurtiva si aggira intorno ai 4.550 euro. Gli abiti sono adesso stati restituiti ai legittimi proprietari.

Non si sa ancora se la merce fosse destinata al mercato italiano o meno, al momento di certo c'è solo che all'interno dell'auto è stato ritrovato un timbro della motorizzazione di Palma de Mallorca, cosa che può far supporre che vi fosse un legame tra i ladri e l'estero. Si ricerca ancora il complice, sfuggito all'arresto.

Altri articoli di "Lecce"
Lecce
26/06/2019
Nella serata di ieri la notifica della misura ...
Lecce
26/06/2019
Lo stupefacente, diviso in 54 colli, era in una Lancia Y ...
Lecce
26/06/2019
L’assessore Angela Valli è in contatto con ...
Lecce
26/06/2019
Proseguono gli interventi nella marina di Torre Chianca realizzati nell’ambito ...
Lasciamo i nostri piccoli liberi sulle spiagge, se abbiamo la possibilità di portarli spesso a mare, senza ...
clicca qui