Bilancio dell'estate: Gallipoli e Otranto in Top 20, ma i prezzi degli alberghi calano

venerdì 30 agosto 2013
Con settembre alle porte, per il comparto turistico è tempo di bilanci. Il bilancio dei trend stilato dal motore di ricerca di hotel Trivago aiutano a comprendere che la puglia – salento e Garagano in testa – è sempre più apprezzata dai turisti, nonostante la leadership sia ancora saldamente in mano all’Emilia Romagna.Quest’anno poi, alberghi pieni, a Gallipoli e Otranto, ma è stato necessario abbassare i prezzi.

Nell’estate 2013 listini al ribasso in tutte le principali mete al mare italiane. A guidare la classifica delle mete più “scontate” della stagione è la Riviera romagnola con Bellaria-Igea Marina e Cattolica che scendono dell’11%. Anche a Gallipoli i listini sono stati ritoccati al ribasso, con prezzi ridotti del 10% in media. Così, se nel 2012, per una notte in camera doppia tra giugno e settembre si spendevano 168 euro in media, quest’anno il prezo medio registrato è stato di 151 euro: ben 17 euro di risparmio a notte. In questo caso, però, il risparmio è stato compensato da un piccolo sovrapprezzo determinato dall’introduzione, per la prima volta a Gallipoli, della tassa di soggiorno. Tiene bene Otranto, dove i prezzi sono stati ritoccati al ribasso, ma solo dell’1%. E se l’anno scorso una camera per due persone si pagava 146 euro a notte, quest’anno il prezzo medio è stato di 141 euro. anche in questo caso, bisogna poi aggiungere la tassa di soggiorno, che a Otranto è in vigore per il terzo anno.

I dati messi a disposizione da Trivago (e ottenuti elaborando le prenotazioni registrate tra giugno e agosto) confermano che la Puglia è sempre tra le mete più ambite dai vacanzieri. E se il podio è tutto romagnolo (con, nell’ordine, Rimini, Riccione e Iesolo), al quinto posto - dopo Ischia - troviamo Gallipoli, che rispetto al 2012 guadagna una posizione nelle preferenze dei turisti. Per trovare l’altra località salentina inserita in Top 20 bisogna scorrere fino all’11esima posizione, dove c’è Otranto. Un bel salto di qualità per la perla dell’Adriatico, che rispetto allo scorso anno (quando era 15esima) ha guadagnato ben 4 posizioni.

Con l’arrivo di settembre, progressivamente le spiagge si svuoteranno e anche il volto del turismo inizierà a cambiare. Sta per ripartire il turismo culturale nelle città, con Lecce ad attirare gruppi organizzati e comitive che poi riservano almeno una giornata per visitare la provincia. Anche il turismo business – convegni e congressi – dovrebbe ripartire. E mentre in media in Italia il comparto turistico ha subito una flessione di circa il 5%, in puglia grazie ad alcuni exploit – soprattutto del Salento e del Gargano – la flessione è stata molto più limitata. Ora si spera che anche per l’autunno l’appeal turistico della regione continui a richiamare vacanzieri italiani e stranieri.

vbla

Altri articoli di "Turismo"
Turismo
13/11/2019
Si arricchisce l’offerta internazionale dell’Aeroporto del Salento: da ...
Turismo
02/11/2019
Coldiretti Puglia: “Merito del bel tempo.  Ottobre meglio di maggio e ...
Turismo
30/10/2019
Da aprile al via i voli per Lione. A luglio invece partono i diretti per Spalato e ...
Turismo
11/10/2019
Si arricchisce l’offerta per l’estate 2020 per i viaggiatori che transitano ...
La pediculosi può essere un incidente di percorso che capita anche alle famiglie molto attente alla cura e ...
clicca qui