Caos parcheggi: verso lo sblocco di due aree da mille posti

sabato 27 luglio 2013
Caos parcheggi sulla litoranea Sud di Gallipoli: dopo la conferenza dei servizi di ieri in Regione, la situazione si potrebbe sbloccare con l’autorizzazione all’apertura dei parcheggi di Praja e Canale dei Samari, situati in zone sottoposte a vincoli paesaggistici.

Forestale, sindaco di Gallipoli, assessore regionale alla Qualità del territorio si sono ritrovati ieri attorno a un tavolo per cercare di trovare una soluzione in extremis al problema dei parcheggi sul litorale Sud di Gallipoli. Se in passato la situazione non era rosea, quest’anno – con i due parcheggi del canale dei Samari e del Praja – che non sono stati autorizzati all’apertura, la situazione è apparsa subito più grave che in passato. Gli spazi per far sostare le auto ci sarebbero pure e sono già stati censiti dal Comune, ma tutti ricadono in zone sottoposte a vincolo paesaggistico, perciò ci vogliono autorizzazioni speciali per consentirne l’apertura. Un'apertura non più procrastinabile, dal momento che sulla litoranea sarebbe difficile transitare anche per i mezzi di soccorso.

Il problema si ripropone identico ogni anno: dato l’enorme carico antropico nel tratto di litorale che va dal lido San Giovanni al hotel Costabrada, parcheggiare a Gallipoli è diventato impossibile. Anche potendosi permettere il costo proibitivo di 2 euro l’ora (e 8 euro per l’intera giornata) per parcheggiare sulle strisce blu, il parcheggio proprio non c’è. Così, gli automobilisti più indisciplinati trovano un posto di fortuna sulla Provinciale, sotto i cartelli di divieto di sosta e persino sul lato destro della litoranea, dove c’è la pista ciclabile. Un caos tale da costringere tante famiglie a disdire, nelle ultime settimane, le prenotazioni degli ombrelloni e da indurre il sindaco, Francesco Errico – che si era già mosso sin dalla primavera – per trovare una soluzione, a correre ai ripari. La soluzione più palusibnile è sembrata subito quella di spingere la Regione ad autorizzare l’apertura di alcuni parcheggi. Intanto, l’ok sarebbe arrivato per due parcheggi nella zona della discoteca Praja e per quello accanto al canale dei Samari, per un totale di circa mille posti: oggi erano entrambi ancora chiusi, ma la loro apertura nei prossimi giorni dovrebbe contribuire ad alleggerire la pressione sul litorale. Mercoledì prossimo, sempre in Regione, ci sarà un’altra riunione in cui la Forestale dovrebbe dare una risposta sull’apertura di altri grandi parcheggi che ricadono all’interno del parco naturale “Isola di Sant’Andrea e Punta Pizzo”.

Intanto, già oggi i vigili sono stati al lavoro e per tutta la mattinata hanno impedito che le auto in sosta intasassero la provinciale che porta verso i Samari. Certo, gli indisciplinati non sono mancati e in tanti, come al solito, hanno parcheggiato moto e scooter (e persino qualche auto) sul lato destro del litorale, occupato da una pista ciclabile e trasformato invece in un parcheggio.

Altri articoli di "Turismo"
Turismo
15/01/2020
La riunione ieri tra il vice presidente nazionale di Federbalneari Italia, Mauro ...
Turismo
14/01/2020
Il progetto “Wine Sea” nasce in collaborazione con MSC crociere e Gambero ...
Turismo
11/01/2020
Duecento metri quadri dedicati ai clienti frequent flyer e ...
Turismo
10/01/2020
La compagnia permetterà di raggiungere ...
 Per sgomberare il campo dai dubbi, torniamo a parlare di coronavirus proveniente dalla Cina, anche perché ...
clicca qui