Chevanton ai saluti: “Giusto ricostruire. Io sto valutando altre proposte”

giovedì 4 luglio 2013

Il contratto dell’attaccante uruguagio scadrà il prossimo 30 giugno. Difficile la riconferma.

Nessuno squillo, nessuna nuova proposta. Ernesto Javier Chevanton, svincolatosi dal Lecce lo scorso 30 giugno, non ha ricevuto, ancora, alcuna chiamata dalla dirigenza giallorossa, che in un primo tempo lo avevo inserito nella lista di coloro che sarebbero rimasti. L’uruguagio, perciò, valuta altre offerte: “Scaduto il contratto il 30 giugno, sto valutando proposte da Inghilterra, America e dal Nacional Montevideo, che disputerà la coppa Libertadores”. Nessuno si è fatto più sentire: “Da quando è finito il campionato, non ho più sentito Savino e Antonio Tesoro. Avevo letto le dichiarazioni del presidente ed ero orgoglioso di rientrare, con Giacomazzi, Bogliacino e Martinez in un’eventuale lista dei giocatori da confermare. Ma so come gira il vento nel calcio…”.

Comunque grande rispetto per i Tesoro: “Ho uno straordinario rapporto con Savino e Antonio, che ringrazio ancora per la chance che mi hanno offerto in questa stagione. Rispetterò le loro scelte. Se non mi considerano utile per il nuovo Lecce, continuerò ad amare la maglia giallorossa e il Salento ma andrò a giocare altrove. Per il Lecce sono sceso in campo anche contro il volere di tutti, con una spalla lussata. E avrei potuto giocare pure prima, quando non ero considerato recuperato”.

Un pensiero su Moriero: “Vivendo a Lecce, ho avuto il piacere di conoscerlo. Sono felice che la società si sia affidata a un allenatore tifoso doc. Moriero è un altro innamorato pazzo del Lecce”. Il reset: “È giusto che si ricostruisca. Nel mio Lecce vorrei solo giocatori disposti a tutto per onorare la maglia. Mi piace Martinez: umile, tosto, guerriero vero. Ci vorrebbero tanti come lui nel Lecce che deve riprovare la scalata alla B”.

Bugie sull'esonero di Lerda. I tifosi lo accusano di aver spinto per questa soluzione: “Mi sembra assurdo che qualcuno pensi questo. Le decisioni sono prese da presidente e direttore sportivo. E poi io, nella gestione Lerda, sono stato utilizzato pochissimo”. Zero illusioni per un eventuale nuovo contratto giallorosso: “Non mi illudo. Non posso però aspettare. Due anni fa, sperando di rinnovare con il Lecce, ho perso tre mesi, prima di andarmene in Argentina”.

Fonte:
Salentosport.net

Altri articoli di "Altri Sport"
Altri Sport
21/01/2019
L’incontro tra Synergy Arapi F.lli Mondovì e ...
Altri Sport
21/01/2019
Con la doppia vittoria in trasferta (9-69 a Barletta e ...
Altri Sport
21/01/2019
La squadra di mister Quarta chiude il girone di andata con la quinta sconfitta stagionale ...
Altri Sport
21/01/2019
Finisce in bellezza il girone di andata del Campionato ...
La steatosi epatica non dà sintomi particolari ed è una patologia diffusa: i grassi si accumulano nelle ...
clicca qui