Il Lecce vince a Bolzano e aggancia la vetta

domenica 28 aprile 2013
Una vittoria di platino. Il Lecce supera il Südtirol per 2-1 e raggiunge il Trapani (che ha pareggiato) a quota 60 in testa alla classifica del campionato di Lega Pro.

Una vittoria sofferta, ma meritata per i giallorossi, resuscitati dal gol del pareggio dell’Albinoleffe che aveva riacceso gli entusiasmi di una squadra depressa dal precedente vantaggio dei siciliani. Grande merito a Ernesto Javier Chevanton, ora più che mai “Uomo della provvidenza”, che con la sua zampata ha risolto la partita e permesso al Lecce di sbancare il Druso, immacolato da 15 mesi.

LE FORMAZIONI - Antonio Toma confermava le previsioni della vigilia, schierando Bogliacino e Chiricò al posto degli infortunati Pià e Falco. Memushaj e Jeda completavano la linea d’attacco. Anche Giacomazzi iniziava la gara da titolare. 4-3-3 per mister Vecchi, che doveva rinunciare a Campo e Martin, squalificati, col trio formato da Pasi, Maritato e Turchetta in avanti.

PRIMO TEMPO – Gara subito viva con le squadre che si sono sfidate a viso aperto, giocando ad alto ritmo sin dai primi minuti. All'11’, primo episodio chiave del match: Di Maio agganciava in area di rigore Maritato, Bruno non aveva dubbi e assegnava il calcio di rigore per il Südtirol, trasformato da Bassoli che spiazzava Benassi e metteva fine alla striscia d'imbattibilità giallorossa che durava da 485 minuti. Ma il Lecce non era lì a guardare e dopo un minuto perveniva al pareggio con Chiricò, bravissimo ad anticipare proprio Bassoli e battere Marcone con un bel sinistro al volo. Al 15’ ancora Chiricò metteva in apprensione Marcone che si rifugiava in calcio d’angolo. Cinque minuti dopo, altra occasione per il Lecce, generata dal sinistro caldo del brindisino che metteva al centro una bella palla per Memushaj che di testa non trovava lo specchio della porta. Al 24’, ancora l'albanese non inquadrava la porta da posizione invitante, su azione da calcio d’angolo. La partita scorreva senza sussulti, con il ritmo che era calato drasticamente e con le due squadre che si contenevano a vicenda. Ma al 45’ i giallorossi avevano una grande occasione per passare in vantaggio: purtroppo né Chiricò prima e né Giacomazzi poi riuscivano a centrare la porta. Un minuto dopo, Marcone bloccava a terra un altro tentativo del capitano giallorosso.

SECONDO TEMPO – Dopo 28 secondi, Pasi metteva in apprensione Benassi calciando forte sul primo palo, dopo aver vinto un rimpallo con Diniz. Due minuti dopo occasionissima per il Lecce: bravissimo Chiricò a scappare sulla destra e mettere al centro per Jeda che non impattava a porta praticamente vuota. L’azione proseguiva e De Rose, infastidito dalla difesa avversaria, non trovava la palla su cross di Memushaj. Anche il Südtirol però era in gara e all’8’ Turchetta metteva in apprensione Benassi con un sinistro da fuori.  Al 13’, bel contropiede dei padroni di casa con Pasi che mette al centro un bel pallone per Cappelletti che non arrivava all’appuntamento, a pochi metri da Benassi. Vecchi provava a cambiare l'inerzia, inserendo Fink per Turchetta.  Al 20’ Bogliacino provava con un sinistro spettacolare al volo da posizione defilata ma non trovava la porta di Marcone. Un minuto dopo, il migliore dei giallorossi Mino Chiricò, esplodeva il sinistro da fuori ma il pallone terminava alto. Vecchi eseguiva il secondo cambio, inserendo Bertoni per Branca, mentre Toma inseriva Chevanton per Chiricò. Il Lecce si sistemava con il rombo: Bogliacino trequartista alle spalle di Chevanton-Jeda e Memushaj in mediana. Il cambio dava subito i suoi frutti: Chevanton infatti ci metteva un minuto per ripagare la scelta di Toma, avventandosi sulla respinta di Marcone, che non tratteneva il destro da fuori di De Rose, e siglare il gol del sorpasso. Gioia e rabbia si mischiano nell’esultanza di Cheva che andava ad arringare i tanti tifosi giallorossi accorsi a Bolzano. Toma si chiudeva, inserendo Ferrario per Jeda. I giallorossi si dedicavano alla fase difensiva tout-court senza affondare, controllando il pallone, le folate offensive dei trentini e portavano a casa tre punti pesantissimi.

Domenica prossima, appuntamento al Via del Mare per la sfida col Carpi. Il Trapani riceverà la visita della Reggiana.

***

IL TABELLINO

Bolzano, Stadio Druso
domenica 28/04/2013 ore 15.00
Lega Pro 1ª Div. Gir. A 2012/13 - 32ª giornata

SÜDTIROL-LECCE 1-2
RETI: 11'pt Bassoli rigore (SÜD), 12'pt Chiricò (LEC), 32'st Chevanton (LEC)

SÜDTIROL: Marcone, Iacoponi, Bassoli, Uliano (34'st Testardi), Cappelletti, Kiem, Turchetta (16'st Fink), Furlan, Maritato, Branca (29' Bertoni), Pasi. A disposizione: Grandi, Panzeri, Tagliani, Candido.Allenatore: Vecchi
LECCE: Benassi, Diniz, Fatic, Esposito, Di Maio, Giacomazzi, Memushaj, De Rose, Chiricò (30'st Chevanton), Bogliacino, Jeda (38'st Ferrario). A disposizione: Bleve, Vanin, D'Ambrosio, Zappacosta, Bustamante. Allenatore: Toma

ARBITRO: Diego Bruno di Torino (Giuseppe Borzomì di Torino e Simone Sgheiz di Como)
NOTE: Ammoniti - Cappelletti (SÜD), Chevanton (LEC), Giacomazzi (LEC), Esposito (LEC). Recupero: 2' pt, 4'st

Fonte: salentosport.net
Altri articoli di "Calcio"
Calcio
16/02/2020
Il Racale gioca in casa il derby con l’Aradeo e prova ad ampliare il margine dei 4 ...
Calcio
15/02/2020
 Nel presentare la gara odierna, Fabio Liverani aveva ...
Calcio
15/02/2020
Vigorito voto 7: sulla pesantissima vittoria ottenuta dal Lecce nel pomeriggio di oggi, ...
Calcio
15/02/2020
LECCE – SPAL 2 a 1 Lecce: Vigorito, Donati, Calderoni (39'st. Dell'Orco), ...
Ogni anno vengono diagnosticati circa 1500 casi di tumore in Italia, che interessano bambini in età pediatrica ...
clicca qui