La Taranta riparte, quasi certamente senza Bregovic

venerdì 12 aprile 2013
Ad ormai quattro mesi dall’inizio della sedicesima edizione de La Notte della Taranta, che si terrà dal 6 al 24 agosto 2013, il concertone non ha ancora un maestro concertatore designato ufficialmente.

L'incontro tra i tamburelli e gli ottoni, quello tra le voci della tradizione salentina e i virtuosi dei Balcani, che hanno reso magicamente simbolica la quindicesima edizione del festival, potrebbero essere già archiviati.
Il consiglio di amministrazione della fondazione La Notte della Taranta nei giorni scorsi ha infatti dovuto prendere atto degli impegni irrinunciabili di Goran Bregovic.
Appuntamenti che porteranno l’artista balcanico in giro per il mondo e che saranno difficilmente conciliabili con il tempo necessario per preparare adeguatamente la manifestazione di Melpignano. Il presidente del cda, Massimo Bray, ha confermato che il nodo andrà sciolto e anche in fretta: “Abbiamo messo a punto un piano di lavoro per fare un grande festival. Dal prossimo consiglio di amministrazione verrà fuori il nome del maestro concertatore che guiderà l’edizione 2013.
La nostra idea è comunque quella di continuare con Bregovic, vedremo se sarà possibile”.
Lo stretto riserbo del presidente della Fondazione è comprensibile, soprattutto in una fase di lavoro molto avanzata. Lo stesso Bray a fine agosto, a commento della quindicesima edizione, a far capire che non sarebbe stato scontento se Bregovic, come da tradizione dei maestri concertatori precedenti, avesse confermato la sua presenza per una seconda edizione. Ma a quanto pare, il percorso della Taranta questa volta potrebbe essere destinato a correre veloce, rinunciando al secondo morso di Bregovic, la cui edizione resterebbe unica e indimenticabile, proprio dal mantra dell'artista durante lo scorso concertone: “Chi non diventa pazzo non è normale”. 

                                                                                                                                                      M.Tar
Altri articoli di "Società"
Società
22/10/2019
Da Bari una risposta alle lamentele ...
Società
22/10/2019
A scuola con la media del dieci: tra i ventisei studenti ...
Società
22/10/2019
Acquedotto Pugliese, nell’ambito del progetto ...
Società
21/10/2019
L’amministrazione ha inviato una nota di protesta ...
I numeri sono confortanti: con le nuove tecnologie e con le nuove terapie guariscono di più i piccoli colpiti ...
clicca qui