Omofobia. Agedo:"Guagnano comune illuminato"

martedì 19 febbraio 2013
Guagnano, piccolo Comune del Salento, tra i pochi in Italia ad approvare una mozione contro omofobia e tranfobia. Plauso di Agedo.


Guagnano, Comune d'Europa. Il Consiglio Comunale di Guagnano il 31 gennaio scorso ha approvato all’unanimità la Mozione per la prevenzione e la lotta all’omofobia e alla transfobia, presentata dai consiglieri di minoranza Massimiliano Guerrieri, Giovanni Vito Rizzo e Giuseppe Rizzo
Una vera e propria rivoluzione culturale per il piccolo paese salentino che si pone così alla stregua delle grandi capitali europee.

“La mozione” spiega GianFranca Saracino, Presidente Agedo Lecce, “ha come obiettivo non solo di invitare governo e parlamento nazionali a varare norme di contrasto alle piaghe sociali dell'omofobia e della transfobia, ma anche di promuovere e realizzare, da parte della Giunta, iniziative sul territorio di Guagnano che coinvolgano istituzioni, scuole e cittadini nella prevenzione e la condanna degli atteggiamenti omo-transfobici.
Il senso e l’obiettivo di ciò è lo sviluppo di una cultura in cui tutte le differenze siano valorizzate e considerate ricchezza e naturale varietà  della bella umanità  a cui noi tutti apparteniamo.  Lottare contro le discriminazioni significa permettere la crescita serena dei giovani, la convivenza pacifica dei cittadini, la possibilità per tutti di esprimere al meglio le proprie potenzialità.
In poche parole significa favorire il benessere di tutta la comunità. Ed è questo che dovrebbe stare a cuore ai rappresentanti dei cittadini di tutta Italia,  indipendentemente dal colore politico. E’ questo che il Consiglio Comunale di Guagnano ha dimostrato di volere con tale importante delibera e con le iniziative che avrà occasione di realizzare anche con la collaborazione delle associazioni. 
Come Agedo Lecce (Associazione di genitori, parenti e amici di persone omosessuali)”, continua GianFranca Saracino, “siamo grati e plaudiamo a questo Consiglio illuminato e ai promotori della mozione, coscienti del bene che questa decisione può portare e delle sofferenze che può evitare, se dalle parole si passerà ai fatti. Come volontari che lavorano sul territorio per gli obiettivi che questa mozione così bene rappresenta, ci auguriamo che altri Comuni del Salento seguano questo nobile esempio e offriamo tutta la nostra esperienza e disponibilità”.


In un contesto europeo che con gli ultimi provvedimenti in materia di matrimoni gay non fa altro che sottolineare - sul piano delle tutela della dignità delle persone - il divario tra l'Italia e paesi quali la Francia e l'Inghilterra, appare ancora più dirompente l'iniziativa dell'amministrazione di Guagnano, che accoglie così l'invito del Parlamento Europeo che ha esortato tutti i paesi dell’Unione a “eradicare” omofobia e transfobia.

Qui l'intervento del consigliere Massimiliano Guerrieri.

Altri articoli di "Società"
Società
15/09/2019
Sono sei i nuovi parroci nominati ieri dall'arcivescovo di Lecce Michele Seccia. Con ...
Società
14/09/2019
La proposta del consigliere comunale Andrea ...
Società
13/09/2019
Il giudizio sulle istanze dei 55 contribuenti non poteva ...
Società
13/09/2019
Il numero dei volontari è quasi raddoppiato rispetto a quello dello scorso ...
“La cosa importante è che gli adulti si rendano conto della pericolosità delle liti davanti ai ...
clicca qui