Morte in campo. Maniglio e Congedo: "serve nuova legge"

lunedì 28 gennaio 2013
La morte in campo del calciatore del Soleto, Alessio Miceli, riaccende la polemica sui limiti della medicina sportiva. Per Maniglio (Pd) e Congedo (Pdl) la regione deve modificare la legge sulla medicina sportiva 




"Sanzionare le inadempienze, allargare la sperimentazione dei defibrillatori in campo. La tragedia di Soleto, con la morte di Alessio Miceli, richiama ognuno di noi alle sue responsabilità", scrive il consigliere regionale del Pd, Antonio Maniglio, che si assume l'impegno di proporre una nuova legge in materia. Non dissimile il punto di vistra di Saverio Congedo. Il consigliere regional del Pdl Erio Congedo che parla della necessità di una "normativa meno farraginosa".


"Non tutto è prevedibile e diagnosticabile, ma un’attività di prevenzione e di controllo può ridurre di molto i rischi per la salute di tanti sportivi. Le istituzioni hanno il dovere di ascoltare i medici dello sport e far tesoro delle loro indicazioni", spiega Antonio Maniglio.
"E il primo passo da fare è quello di sottoporre a visita medica chiunque faccia attività sportiva, prevedendo però – e qui è la novità che viene suggerita - un sistema di sanzioni sia per le società che per il praticante".

"La medicina sportiva è un po’ la cenerentola del sistema sanitario. E anche per questo, forse, in Puglia manca una legislazione innovativa, capace di fare i conti con la grande diffusione della pratica sportiva. L’attività di prevenzione si esercita anche attraverso la moltiplicazione dei centri autorizzati. Occorre che la Regione fissi i requisiti, scientifici e tecnologici, a cui debbono attenersi i centri di medicina sportiva, pubblici o privati che siano. Naturalmente c’è tutto il tema dell’emergenza sui campi di calcio e negli altri luoghi dello sport. Il consiglio regionale ha approvato una norma per l’acquisto di defibrillatori, è un esperimento da seguire con attenzione. Appare evidente, in definitiva, che la Regione Puglia deve adeguare le sue leggi in materia di medicina dello sport, mettendosi al passo con le altre regioni italiane. E questo è l’impegno che mi sento di assumere di fronte a una tragedia così grande: una nuova legge che potenzi prevenzione e controlli e assegni  risorse aggiuntive, anche per l’acquisto di macchinari per l’emergenza, in grado di ridurre al minimo i rischi per la salute di chi pratica lo sport.” 

Il consigliere regionale Saverio Congedo annuncia un’interrogazione sulla questione:
“Da tempo insisto sul fatto che serva una normativa meno farraginosa” 

"Questa imprevedibile tragedia richiama drammaticamente il problema dei controlli e la questione delle patologie e dei rischi diagnosticabili. Spero che serva a portare ad una rapida modifica della normativa regionale sull’idoneità degli atleti, che oggi porta di fatto moltissimi di loro a fare attività agonistica senza un certificato medico. Si tratta di regole troppo farraginose, che prevedono peraltro che solo alcune strutture della Asl  o privati autorizzati possano rilasciare l’idoneità. Come testimoniano anche importanti dirigenti sportivi in queste ore, il problema esiste e ha contorni davvero drammatici. Ho tentato più volte di portare all’attenzione del Consiglio una proposta di modifica della legge regionale, ma non è mai stata approvata".

"Farò un’interrogazione al presidente Vendola e all’assessore competente - annuncia Congedo - per sollecitare una modifica della normativa regionale che consenta di avere un iter più snello e attento finalmente alle esigenze degli atleti, in modo da consentire loro di poter ottenere il certificato medico in modo semplice e magari gratuito. Confido in una acquisita sensibilità al problema da parte dell’istituzione regionale, perché non si può giocare accettando rischi imprevedibili e legittimando l’assurda discriminazione sulla salute di chi fa attività agonistica a livello dilettantistico”. 









Altri articoli di "Politica"
Politica
17/01/2020
La proposta dell'assessore al traffico Marco De Matteis: le modifiche saranno effettive ...
Politica
17/01/2020
Finanziati per 557mila euro per i lavori di completamento ...
Politica
16/01/2020
Al termine dell’incontro, il presidente della ...
Politica
16/01/2020
L'allarme partito dai cittadini è confermato dai ...
L’influenza della stagione 2019/2020 ha già colpito milioni di italiani: si manifesta nella maggior parte ...
clicca qui