Residui oleari nelle campagne, indagine su tre opifici

sabato 12 gennaio 2013

I Finanzieri della Tenenza di Casarano hanno sottoposto a sequestro una vasta area di terreno agricolo di circa 330 mila metri quadrati tra Supersano e Ruffano utilizzata per lo smaltimento dei residui della lavorazione delle olive.

Sono tre i titolari degli opifici denunciati dalla Guardia di Finanza della Tenenza di Casarano. I militari hanno sottoposto a sequestro una vasta area di terreno agricolo dell’estensione di circa 33 ettari, situata tra Supersano e Ruffano  utilizzata dagli opifici, senza alcuna autorizzazione, per lo smaltimento delle acque di vegetazione e delle acque reflue provenienti dalla lavorazione delle olive. C’erano anche alcune  vasche di raccolta reflui con relative tubazioni e pozzetti interrati.

Durante il sopralluogo  dell’area sottoposta a sequestro, i finanzieri hanno notato una ragguardevole quantità di liquido oleoso di colore scuro derivante dall’attività di lavorazione delle olive che veniva di volta in volta sversato  attraverso l’utilizzo di alcune tubazioni.

Le Fiamme Gialle, dopo aver acquisito presso i competenti Uffici Tecnici Comunali gli estratti di mappa, le visure catastali e ogni altro documento riguardante l’area hanno proceduto al sequestro dei terreni con denunzia a piede libero dei tre titolari degli opifici oleari
Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
20/02/2020
Il terribile episodio nella notte, ad Alezio, ai danni di ...
Cronaca
20/02/2020
 Il rogo è esploso all’interno ...
Cronaca
20/02/2020
L'azienda della famiglia Ricchiuto si oppone alla decisione ...
Cronaca
20/02/2020
I tre hanno preso di mira la donna mentre era in strada il ...
Il prolasso dell’utero e della vescica è un problema che affligge milioni di donne. Il professor Antonio ...
clicca qui