“C’è un cadavere in casa”, ma era una messinscena

venerdì 11 gennaio 2013
Falso allarme a Casalabate per un manichino sistemato in una casa estiva e cosparso di sugo di pomodoro.

Se si sia trattato di uno scherzo o di una segnalazione errata non è ancora del tutto chiaro.

Di certo la chiamata giunta intorno a mezzogiorno ai carabinieri, da parte di Giuseppe Palma, parlava del rinvenimento del cadavere di un uomo a Casalabate, in via dei Paguri in una casa privata. Allarme rosso, per una zona più che nota per fatti di sangue, in cui il clima è tornato a riscaldarsi negli ultimi mesi.

Corsa a sirene spiegate, carabinieri in movimento, militari della sezione rilievi del comando provinciale di Lecce sul posto. Poi la scoperta, assurda, subito dopo. In via dei Paguri qualcosa c'era, dentro la vasca da bagno. Da lontano il corpo sembrava quello di un uomo con tanto di scarpe ed abbigliamento.

In realtà nessun morto ammazzato ma un manichino che sembrava posizionato ad hoc e cosparso di salsa si pomodoro, ragione per cui si pensa ad una burla.


Fabiana Pacella
  
Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
20/02/2020
Il terribile episodio nella notte, ad Alezio, ai danni di ...
Cronaca
20/02/2020
 Il rogo è esploso all’interno ...
Cronaca
20/02/2020
L'azienda della famiglia Ricchiuto si oppone alla decisione ...
Cronaca
20/02/2020
I tre hanno preso di mira la donna mentre era in strada il ...
Il prolasso dell’utero e della vescica è un problema che affligge milioni di donne. Il professor Antonio ...
clicca qui