Masseria Ghermi diventerà rifugio per i senza tetto

lunedì 3 dicembre 2012
La masseria nelle campagne di Surbo, sequestrata alla Scu, diventerà un rifugio per i clochard. Il Comune di Lecce ha affidato i lavori alla Troso Costruzioni. 

Poco di più di un milione e mezzo di euro per rendere la masseria Ghermi, bene sequestrato alla Sacra Corona Unita, un rifugio per senza tetto.
Lo ha deciso il Comune di Lecce che, dopo un bando di gara, ha affidato i lavori di adeguamento della struttura alla ditta Troso Costruzioni. Venticinque posti letto saranno così a disposizione dei senza tetto che gravitano nell’area urbana di Lecce. Nel costo dell’opera, sono compresi anche gli oneri per la sicurezza, che ammontano a 69mila euro.

I tre fabbricati, originariamente una fabbrica di mattoni forati, subiranno un restyling grazie ai fondi Pon, Piano operativo nazionale, destinati alla gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata.

Inizialmente destinata a diventare un campo Rom, ha poi cambiato destinazione d’uso in seguito alle accese proteste dei cittadini di Surbo.

Resta da capire adesso come rendere fruibile il rifugio ai clochard, vista la collocazione della masseria ben lontano dal centro abitato.

Altri articoli di "Società"
Società
19/08/2019
Si rinnova l’appuntamento tradizionale ad Uggiano il ...
Società
19/08/2019
La Polizia di Stato inizia a svelare il progetto del calendario istituzionale edizione ...
Società
16/08/2019
Questa sera blocco a partire dalle 22. Predisposto il ...
Società
16/08/2019
 I piloti di Ryanair annunciano lo sciopero di 48 ore ...
 A guardarlo sembra un piccolo mostro fatto di ossa, sebo, denti e capelli, ma con una semplice operazione il ...
clicca qui